Vai al contenuto

Addestrativa Sportivo\Militare finalizzata alla preparazione fisica\tattica\psicologica per la partecipazione delle gare di pattuglia militare, organizzata dalla associazione ANVG Sezione di Torino (Associazione Nazionale Volontari di Guerra) con la collaborazione del nostro Gruppo.

Zona di Esercitazione: Valle Tesso - comune Monastero di Lanzo (To)

Location di Appoggio: Agriturismo Salvin

Durata dell'Esercitazione: dalle ore 10:00 del sabato 2 settembre a Domenica 3 settembre alle ore 12:00.

Come gruppo ANA di San Carlo Canavese abbiamo collaborato in modo attivo con i seguenti soci: Stefano Pizzocaro, Alberto Giacometti e il nostro aggregato il VAM Aeronautica Toni Cuttaia, tutti e tre alla loro prima esperienza in questo tipo di attività, mentre siamo stati presenti nella componente logistica con i seguenti Soci: Roberto Silvestri, Massimo Lombisani, Vittorio Scagliotti e il nostro aggregato il Fante Marco Bertetto.

Il tema dell'esercitazione è stato incentrato sul controllo del territorio lungo una ipotetica linea di confine situata a 1600 metri (reali...) poco atropizzata (tipico e naturale per noi Alpini), in questo contesto venivano a crearsi delle particolari condizioni che permettevano ai partecipanti di decidere come agire.

L'esercitazione è stata divisa in due blocchi: la giornata del sabato dalle ore 10:00 sino alle ore 18:00 sono stati fatti i seguenti stage: manovre di corda, costruzione bivacco, messa in opera di un POA (Postazione di Osservazione Avanzata/Ascolto), di primo soccorso e conseguente evacuazione tramite Modulo MEDEVAC/CASEVAC, uso delle radio in cifrato.

A seguito, terminata la cena, si è proseguito e messo in opera l'esercitazione pratica notturna di “Caronte”. Come di prassi si è iniziato con un briefing particolareggiato sul compito che veniva assegnato al plotone operativo (costituito da 16 operatori).

Alle ore 20,30 il briefing è volto al temine; da questo momento gli uomini si sono apprestati a imbastire una pianificazione per l'intero “servizio” che è stato loro assegnato. Sono, come al solito, momenti molto adrenalinici; i capi brick con il Comandante del plotone si apprestano a dividersi i compiti e i settori di territorio da controllare, il resto degli uomini sono freneticamente indaffarati a preparare il materiale che devono avere appresso tenendo presente che sino alle 11:00 del giorno dopo non avrebbero avuto possibilità di rifornimento di alcun tipo; la temperatura si è assai abbassata, circa 9/10 gradi, e sembra che saranno accompagnati da un vento freddino!

L'intera operazione si è svolta in totale tranquillità per quanto riguarda i settori sicurezza e infortuni, ma particolarmente difficile per lo scenario messo in campo e le fatiche, non solo fisiche, che hanno dovuto gestire.

Alle ore 10:00 della domenica tutto il plotone si è presentato al punto di prelievo pianificato, ma (c'è sempre un ma) sono stati messi a conoscenza che avevano ancora una zona da controllare e si richiedeva di assolvere questo ultimo compito.

Dal plotone sono usciti 5 volontari per portare a termine la richiesta e secondo me questi operatori meritano un plauso aggiuntivo:

Capitano (F. Alp. cgd) Stefano Scarano
Alpino Stefano Pizzocaro
Alpino Alberto Giacometti
Aviere (VAM) Toni Cuttaia
Fante Stefano Palmulli.

L'esercitazione si è conclusa con il pranzo di coesione, tra l'affioramento delle azioni eseguite nella notte e operatori che si addormentavano con la forchetta in mano , si tastava con mano il rispetto e l'amicizia che è stata sancita dalla fatica condivisa!

Un ringraziamento fraterno al Presidente della ANVG Il Col. Roberto Pintus e al Vicepresidente Par. Davide Negri per la loro disponibilità.

Roberto Silvestri
Gruppo Alpini di San Carlo Canavese
Sezione di Torino

San Carlo Canavese, 26-29 Agosto 2017

Quattro giorni di festeggiamenti organizzati dalla Proloco con una kermesse di attività e eventi a dir poco eccezionale. Noi come gruppo Alpini locale siamo stati interessati a dare supporto alle attività podistiche, alla domenica in piazza con un gazebo informativo e il ponte tibetano rivolto ai più piccoli, assieme a tutte le Associazioni D’Arma presenti: ANMI (Associazione Nazionale Marinai d’Italia, ANC (Associazione Nazionale Carabinieri), UNUCI (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo D’Italia),  ANB (Associazione Nazionale Bersaglieri), Paracadutisti del Canavese.

Inoltre quest’anno, per effetto della nuova circolare Gabrielli (sulla organizzazione degli eventi e manifestazione pubbliche) emanata dopo il disastro di Piazza San Carlo a Torino,  siamo stati chiamati a fornire dei volontari per le quattro serate di festeggiamenti a  supporto della Polizia Locale, per quanto riguarda il controllo degli accessi e uscite del padiglione da ballo e del edificio polifunzionale adibito a ristorante, il controllo vetro e lattine, far rispettare il divieto di fumo nei locali del polivalente e ballo pubblico, con un occhio di riguardo alle vie di fuga e zone “save life” predisposte in caso di evacuazione di emergenza.

Come Gruppo Alpini non ci siamo fatti pregare; eseguite le telefonate di rito abbiamo messo assieme un team di sei uomini tra Alpini e aggregati disponibili per l’intero servizio richiestoci.

Per fortuna con noi sul “campo” abbiamo trovato anche i volontari della Associazione Nazionale Carabinieri che con un briefing approfondito tenuto dalla Polizia Locale ci siamo divisi i settori e i compiti che più si avvicinavano alle esperienze delle due realtà associative abbinate alle competenze degli uomini messi a disposizione.

Il ballo pubblico ( che aveva una capienza max di 200 persone…entrata gratuita..) con le relative zone per fumatori, vie di fuga, è stato affidato a noi;  alla ANC Sez. di Ciriè è stato affidato il controllo del polifunzionale,zone di “save life” che erano due, il controllo del vetro e lattina nell’intero perimetro interessato alla manifestazione serale.

Fuori dal perimetro interessato alla festa, c’erano i volontari della Prot.Civ Base Sierra di Nole C.se per la viabilità ai parcheggi e il controllo delle entrate al perimetro in festa.

Tutto è andato nelle migliori aspettative, il confronto immediato e continuo tra le varie componenti addette alla sicurezza del sito con il coordinamento della Polizia Locale e Carabinieri, ha aiutato molto a finire in tranquillità.

Leggendo come è stata organizzata la sicurezza e il controllo del perimetro interessato, ad anelli concentrici ….

Primo anello: ( quello esterno) Prot.Civ Base Sierra

Secondo anello: vetro e lattine, save life e polivalente-ANC

Terzo anello: ballo pubblico(il settore che preoccupava maggiormente) relative zone fumatori e vie di fuga.

A questo punto un quesito mi sorge: ma siamo in guerra e nessuno c’è lo ha detto?

Roberto Silvestri
Capogruppo
Gruppo Alpini San Carlo Canavese – Sezione di Torino

Foto

Continuando ad usare il sito dichiari di essere d'accordo con l'uso dei cookies. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close